Un calcio alla violenza per difendere la libertà delle donne

2012-05-20T10:47:21+00:00 20 maggio 2012|Comunicati Stampa, News|

La Nazionale di calcio in campo a sostegno dei Centri antiviolenza di Di.Re.
Gli azzurri scendono in campo contro la violenza sulle donne.

Martedì 29 maggio la Nazionale di calcio dedicherà alla campagna di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne la partita Italia-Lussemburgo in programma allo stadio Tardini di Parma. “La violenza sulle donne è un problema degli uomini. Insieme possiamo vincere questa partita” è lo slogan scelto dalla FIGC “per condividere proposte e programmi che varie organizzazioni e movimenti di opinione stanno portando avanti in tutta Italia”.

Sugli spalti saranno presenti numerose le donne del Centro antiviolenza di Parma – associazione aderente a Di.Re – per rilanciare l’appello presentato nelle scorse settimana al Capo dello Stato e alle istituzione locali, affinchè la lotta alla violenza sulle donne sia una priorità strategica nell’agenda politica “Dall’inizio dell’anno – denuncia Titti Carrano, Presidente della Rete dei 60 centri aderenti a Dire – sono 59 le donne uccise in Italia solo perché donne.

Non si tratta di omicidi passionali o di raptus. L’uccisione della donna non è che l’ultimo atto di una serie di episodi di violenza fisica, psicologica, sessuale, economica. Noi li chiamiamo ‘femminicidì’. Anche attraverso lo sport e il calcio i Centri Antiviolenza vogliono richiamare le istituzioni a un atto di responsabilità politica nei confronti del fenomeno della violenza maschile sulle donne nel nostro Paese, chiedendo ancora una volta che la lotta alla violenza sulle donne sia una priorità strategica nell’agenda politica