Il Centro contro la violenza alle donne ERINNA di Viterbo a rischio di chiusura

2015-01-30T17:08:54+00:00 30 gennaio 2015|Comunicati Stampa|

Al  Governatore della Regione Lazio Nicola Zingaretti

All’Assessora Rita Visini

Alla Consigliera Marta Bonafoni

Alla  Dott.ssa Cecilia D’Elia

 

Il Centro contro la violenza alle donne ERINNA di Viterbo a rischio di chiusura!

L’Associazione Erinna, socia fondatrice di D.i.Re sin dalla sua costituzione, ossia dal 2008, rappresenta un imprescindibile presidio di contrasto alla violenza maschile sulle donne nel territorio di Viterbo e provincia.

Nonostante l’importante e fondamentale azione di contrasto e di prevenzione della violenza di genere portata avanti dalle operatrici, solo a titolo volontario, con competenza e passione, codeste istituzioni sembrano ignorare, o quanto meno non tenere nella giusta considerazione tutto ciò, in aperto contrasto anche con le direttive europee e la ben nota Convenzione di Istanbul.

Il 23 dicembre u.s., il Coordinamento Regionale dei Centri Antiviolenza del Lazio ha inviato una lettera, evidenziando il mancato riconoscimento dell’Associazione ERINNA da parte delle istituzioni regionali e locali e le difficoltà economiche che il Centro antiviolenza sta attraversando ma ad oggi non c’è stato alcun riscontro in merito né si registrano azioni concrete dell’amministrazione per risolvere la questione ed evitare la chiusura della struttura.

D.i.Re, Donne in Rete contro la violenza richiama con forza le istituzioni a porre tempestivamente in essere tutte le misure necessarie, affinché il Centro antiviolenza ERINNA possa continuare ad essere presidio di contrasto alla violenza e di sostegno alla dignità e alla libertà delle donne.

Roma, 30 gennaio 2015

La Presidente, Titti Carrano