Viareggio: Ci sembra troppo… ma R-esistiamo!

2014-12-10T10:04:44+00:00 10 dicembre 2014|Eventi dei centri|

La Casa delle Donne di Viareggio e il Centro antiviolenza “L’una per l’altra”, che da molti anni si impegnano a favore donne e uomini di Viareggio e della Versilia, denunciano la grave situazione prodotta sulle loro attività dalla decisione del Comune di interrompere il pagamento delle utenze relative ai consumi di acqua, luce, gas e telefono della Casa.

“L’una per l’altra”, unico centro antiviolenza dell’intera Versilia, è aperto dal 2001. Da allora, sono state accolte da personale specializzato più di 1300 donne, con le quali sono stati realizzati percorsi di fuoriuscita dalla violenza, avvalendosi anche delle altre attività della Casa. Solo nel 2013 ben 144 donne sono ricorse al Centro. Abbiamo creato e coordiniamo il Tavolo di rete “Insieme contro la violenza” di cui il Comune di Viareggio è garante, come da protocollo, che ci vede lavorare con l’Asl, i medici di base, le Forze dell’ordine, i Comuni della Versilia, le associazioni del territorio. Facciamo prevenzione nelle scuole con un mandato preciso da parte della Provincia e siamo diventate, sul territorio, punto di riferimento nella lotta contro la violenza sulle donne e garanzia nella difesa della loro e nostra libertà.

Sappiamo in quale disastrosa situazione è precipitata la città, ma riteniamo di non esserne né causa né possibile soluzione. Anzi, in tutta coscienza, ci sentiamo di affermare che dovrebbe essere riconosciuto, così come recitano i documenti internazionali, europei, italiani (vedi ONU, UE e Convenzione di Istanbul), il lavoro professionale svolto a titolo completamento gratuito, con il quale abbiamo sicuramente prodotto un risparmio per l’EE.LL. stesso.

Invece ci ritroviamo nella difficile e ingiusta situazione di chiedere alle nostre operatrici professionali non solo la prestazione di lavoro volontario, ma anche il pagamento delle bollette! Ci sembra veramente troppo!!!

Ma R-esisteremo perché crediamo fino in fondo nell’importanza vitale e nel valore di ciò che facciamo. La libertà delle donne, incompatibile con ogni forma di violenza, ricchezza di ogni società civile, riguarda tutte e tutti.

Chiediamo, perciò, alla cittadinanza, alle istituzioni, alle associazioni un sostegno sia politico che economico.

Per chi vuole sostenere con donazioni, l’Iban della  Casa delle Donne di Viareggio è: IT75N0503424873000000000477