Roma, 5 ottobre: Coordinamento del Rapporto Ombra 2015

2015-09-04T09:16:25+00:004 settembre 2015|News|

Sono ormai passati 4 anni dalle Raccomandazioni del Comitato CEDAW all’Italia. Molto è cambiato da allora, molto resta da cambiare.

Il Governo a breve presenterà il proprio Rapporto sugli interventi che lo Stato ha realizzato in questi ultimi anni per l’implementazione della Convenzione, ratificata dall’Italia nel 1985.

L’energia di tutte coloro che nel 2011 hanno contribuito alla preparazione del primo Rapporto Ombra della società civile ha reso possibile la redazione di un Rapporto che non solo è stato fondamentale affinché il Governo fosse richiamato ad una corretta attuazione della Convenzione in Italia, ma pure è servito a molte donne e molti uomini come risorsa per conoscere e riconoscere tutte le forme che la discriminazione di genere ricopre in Italia.

Quel lavoro rischia di essere perso se oggi, con la stessa indipendenza e con la stessa energia, non si dà seguito al precedente Rapporto, aggiornandolo alla situazione attuale.

D.i.Re – Donne in Rete contro la violenza, che nella Piattaforma “30 anni di CEDAW – Lavori in corsa”, aveva contribuito alla redazione e presentazione del Rapporto Ombra 2011, propone insieme alla Casa Internazionale delle Donne un incontro pubblico a Roma il 5 ottobre alle ore 17.00 (alla Casa Internazionale delle Donne) per discutere insieme le modalità di coordinamento e conduzione dei lavori per la redazione di un nuovo Rapporto Ombra 2015, dal punto di vista della società civile, alternativo a quello governativo e più veritiero rispetto alle discriminazioni subite dalle donne nel nostro Paese.

Auspichiamo per questo la partecipazione all’incontro pubblico di tutte le associazioni, i collettivi, le esperte indipendenti interessati, al fine di costituire una nuova Piattaforma della società civile, partecipatoria e inclusiva di tutte le realtà nazionali impegnate nella promozione dei diritti umani delle donne e nel contrasto alle discriminazioni di genere.

I diritti delle donne non sono un lusso: conquistarli e difenderli è una responsabilità collettiva di cui tutte e tutti ci dobbiamo fare carico.

Augurando a tutte un buon rientro dalle vacanze e sperando di incontrarci numerose il 21 Settembre, un caro saluto

Titti Carrano