Oltre il silenzio

2018-02-19T14:59:03+00:0017 febbraio 2016|News|

Documentario sulla rete D.i.R.e Donne in rete contro la violenza
di Pina Mandolfo e Maria Grazia Lo Cicero

Il documentario, Oltre il silenzio, voluto dalla rete D.i.R.e, ha una articolata linea narrativa che si snoda attraverso interviste delle attiviste e operatrici dei centri antiviolenza e narra la loro storia, la nascita, la motivazione per cui sono nati e continuano a esistere. Viene presentata l’attività dei centri, l’accoglienza, la metodologia seguita, il rapporto con il territorio, le istituzioni e l’organizzazione dei centri nel territorio nazionale. Una linea comune a tutte le interviste mette in rilievo la forza della rete e la motivazioni politiche di chi le ha fondate.

Le interviste sono la trama dell’intero documentario. La narrazione evidenziano, nel corso di tutto il filmato, un tema chiave del lavoro dei centri: il rispetto della volontà della donna accolta, la riservatezza e l’anonimato. Pratiche che rappresentano il nucleo fondativo della metodologia dell’accoglienza dei centri antiviolenza. Altro argomento chiave è la metodologia che sta alla base del rapporto con le donne accolte, una metodologia che trae forza dalla pratica femminista della relazione tra le donne. Così le intervistate evidenziano il fatto che solo con la relazione tra le operatrici e le donne accolte si costruiscono progetti di libertà e di uscita dalla violenza.

Per rendere più dinamico il racconto, le interviste sono inframmezzate, in numerose dissolvenze, dalle immagini di repertorio concesse dall’Archivio dei Movimenti Democratici di Roma sul femminismo degli anni ’70. Si vedono scorrere alcune sequenze di un prezioso filmato su una manifestazione femminista contro la violenza del 1973. Altre immagini, che intercalano le interviste, sono prese tra quelle girate a Catania durante il secondo incontro della Scuola di Politica della Rete D.i.Re che viene ricordato come strumento di confronto dei vari centri e momento di riflessione per trovare strategie comuni in una prospettiva alta di libertà e di consapevolezza per le donne.

Il documentario, della durata di 50 minuti, sarà presentato in anteprima il 2 aprile a Roma, al Cinema Trevi del Centro sperimentale di Cinematografia a cui siete tutte invitate.

Pina Mandolfo e Maria Grazia Lo Cicero, Registe