Libere di scrivere

2015-03-03T16:30:37+00:003 marzo 2015|News|

Ad Anghiari il 9 Marzo il convegno finale del progetto Scrivere oltre il Silenzio, che ha visto una sperimentazione della scrittura autobiografica con le donne vittime di violenza

È partito da Anghiari due anni fa il progetto europeo Writing Beyond the Silence-Scrivere oltre il Silenzio, coordinato dalla Libera Università dell’Autobiografia e realizzato in Italia, Grecia e Portogallo.

I risultati saranno presentati nella mattina di Lunedì 9 Marzo, all’interno di un convegno in Teatro. Il progetto, cofinanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma Daphne III, è stato realizzato in partenariato con Istituzione Solidea- Città Metropolitana di Roma Capitale, Coolabora (Portogallo) e European Anti-Violence Network -EAVN (Grecia).

Il progetto ha avuto la finalità di promuovere l’utilizzo della scrittura autobiografica nei Centri Antiviolenza e in altre strutture di supporto e nello stesso tempo verificare quanto questo approccio sia utile e porti beneficio alle donne che hanno subito violenza, monitorando gli effetti di questa pratica in termini di benessere psicologico ed emotivo. Ad Anghiari sono state formate operatrici dei centri anti violenza e dei servizi di supporto, provenienti dalla Grecia, dall’Italia e dal Portogallo, con l’obiettivo di realizzare interventi autobiografici con le donne che hanno subito violenza. Il percorso ha avuto la supervisione della Libera Università dell’Autobiografia e dell’Università di Beira Interior (Portogallo).

Dopo il saluto del sindaco La Ferla e della presidente della LUA Stefania Bolletti, interverranno i curatori del progetto, Lucia Portis, Virginia Meo e Massimo Greco, alcune operatrici che hanno vissuto l’esperienza in prima persona, la presidente di Solidea, Graziella Passuello, Roberta Gavagna, consigliera della Commissione Pari Opportunità della Regione Toscana, la senatrice Donella Mattesini e Teresa Bruno, rappresentante dell’associazione D.i.Re, Donne in rete contro la violenza. Sarà anche presentato il manuale metodologico del progetto, che tra pochi giorni sarà reperibile gratuitamente in ebook

Inoltre verrà presentato da Giacomo Mambriani, dell’associaizone Maschile Plurale, il progetto FIVE MEN, dal quale è scaturita una serie di cortometraggi, Cose da uomini, realizzata dal Dipartimento Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri, alcuni filmati saranno proiettati durante la mattinata.

Il convegno infatti vuole essere occasione per conoscere altri progetti sviluppati in Italia, confrontarsi su pratiche e esperienze, e ipotizzare possibili prospettive future di utilizzo della scrittura autobiografica nell’ambito della violenza di genere.