Il calcio femminile italiano scende in campo insieme a D.i.Re

2014-11-27T11:55:22+00:0027 novembre 2014|News|

Sabato 29 e domenica 30 novembre Serie A e Serie B la prima testimonianza delle calciatrici con il lancio della campagna #CISONOANCHEIO: un calcio alla violenza di genere.

Il dipartimento della Lega Nazionale Dilettanti, la componente della FIGC cui è demandata la gestione del football femminile nel nostro Paese, ha avviato un progetto di collaborazione con D.i.Re. La Lega Nazionale Dilettanti, nel quadro di un piano di attività orientato alla crescita ed alla valorizzazione del calcio femminile, non ha voluto mettere da parte l’aspetto culturale e solidale, anche perché il movimento femminile italiano ha sempre dimostrato grande sensibilità per le tematiche sociali.

Ad inaugurare la collaborazione, alla quale saranno dedicati appuntamenti ed apposite campagne per l’intera durata della Stagione 2014/2015, le squadre dei campionati di Serie A e Serie B offriranno la loro testimonianza in occasione della Giornata Internazionale contro la Violenza maschile sulle donne, celebrata il 25 novembre. Durante il fine settimana del 29 e 30 verrà infatti realizzata una campagna di sensibilizzazione dedicata alla lotta contro la violenza di genere. Tutte le calciatrici dei due massimi campionati italiani indosseranno un fiocco rosso al braccio, mentre i capitani delle stesse squadre vestiranno la fascia #cisonoancheio creata appositamente per rappresentare l’accordo di collaborazione tra il Dipartimento Calcio Femminile della LND e l’associazione D.I.RE.

Inoltre, domenica 30 novembre alle ore 14.30, in occasione della gara di Serie A Res Roma-Graphistudio Tavagnacco, sul terreno di gioco dello stadio “Francesca Gianni” di Roma, verrà confezionato l’evento di lancio che sarà ripreso in dalle telecamere di Professione Calcio  (diretta su Odeon TV, canale 177 del digitale terrestre) e seguito da Radio Calcio. L’evento di domenica 30 novembre, che vedrà il coinvolgimento dell’associazione D.i.Re, della Lega Nazionale Dilettanti e del Comitato Regionale Lazio LND, sta ottenendo ampio consenso anche da parte delle istituzioni civili. A cominciare da Roma Capitale che ha voluto testimoniare la sua vicinanza attraverso un messaggio del sindaco Ignazio Marino: “Il calcio femminile scende in campo per abbattere muri di non cultura, per praticare con grande passione un nobile sport, per dire no alla violenza, per aprire nuove strade e porte verso una parità che derivi dal rispetto, dalla condivisione e dalla consapevolezza che un futuro migliore dipenda prima di tutto da noi. Ecco perché sono onorato di dare il benvenuto alle iniziative messe in campo il 29 e 30 novembre dal Dipartimento Calcio Femminile della Lega Nazionale Dilettanti, e sono orgoglioso che nella nostra comunità ci siano sempre più cittadini impegnati e sensibili su questo tema così importante per la nostra Città”.