teStalkin. Lanciata una nuova App dal Centro antiviolenza di Trento

4 maggio 2017

L’App teStalking è nel suo genere unica, in quanto centrata sulle emozioni e sulla possibilità di riconoscere il prima possibile una situazione di abuso, non quindi una mera prospettiva di tutela legale e di polizia ma un aiuto all’emersione dell’abuso.

Com’è nata l’idea di creare una App?
Spesso c’è confusione di fronte a comportamenti che, presi singolarmente, non sono immediatamente minacciosi o lesivi, il mandare regali, pensieri, biglietti … in sé non sono condotte violente… ma se li immaginiamo reiterati nel tempo e in modo altamente pressante, magari uniti a minacce, telefonate, appostamenti o pedinamenti è comprensibile la difficoltà di leggere quello che sta accadendo, così come è comprensibile una certa confusione.

Come decodificare ciò che sta avvenendo?

La risposta deve venire dal sé, da uno sguardo attento delle proprie emozioni, per questo abbiamo pensato ad una app, strumento facile e agile da usare che permetta ad una ragazza di dare risalto a quello che sente lei, far si che lei riconosca e nomini le proprie emozioni, definisca quello che sta vivendo e possibilmente chieda aiuto.
Infatti, è importante sottolinearlo, la App non è né uno strumento di valutazione del rischio né di autodiagnosi, è un’opportunità per mettere al centro le proprie emozioni, il proprio vissuto e attraverso questo processo decodificare una situazione che si sta vivendo.

La speranza è che questa App anticipi il momento di presa di coscienza e velocizzi l’inizio di un percorso di consapevolezza e di uscita dalla situazione di violenza.

Scarica da Google Play per Android
Scarica da App Store per iOS

 

Alcuni eventi dei centri
Comments are closed.

CON IL CONTRIBUTO DI: