D.i.Re esprime solidarietà all’Avvocata Barbara Spinelli

17 gennaio 2017

D.i.Re scrive al ministro dell’Interno, degli Affari Esteri e della Giustizia perché protestino contro il Governo turco.

Alla C.A.

Ministro dell’Interno

Ministro degli Affari Esteri

Ministro della Giustizia

L’associazione Nazionale D.i.Re, Donne in rete contro la Violenza, esprime solidarietà all’Avvocata Barbara Spinelli, femminista e da sempre impegnata nella  difesa dei diritti umani, espulsa dalla Turchia mentre si stava recando in Ankara per intervenire come relatrice al Convegno internazionale “Il sistema giudiziario sotto lo stato d’emergenza” in rappresentanza  della associazione  ELDH.

L’avvocata Barbara Spinelli è stata trattenuta per oltre 16 ore in una stanza chiusa a chiave, con le luci accese ed una videocamera, nell’impossibilità di poter comunicare con chiunque.

Quanto avvenuto rappresenta un atto gravissimo ed è emblematico della grave violazione  dei diritti umani e delle libertà fondamentali che oggi sta agendo il Governo turco, in particolare contro le donne.

Questa espulsione, unita alla sospensione unilaterale della Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali (CEDU) da parte del governo di Ankara, allarma e preoccupa tutte le associazioni aderenti a D.i.Re, che auspicano un intervento ufficiale del Ministro degli Affari Esteri e del Ministro degli Interni  per stigmatizzare l’accaduto e ribadire che libertà e democrazia sono valori fondanti di un’Europa che ha tra le sue priorità la tutela dei diritti umani.

Per l’Associazione D.i.Re

La Presidente

Concetta Carrano

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Comunicati Stampa
Comments are closed.

CON IL CONTRIBUTO DI: